3089 visitatori in 24 ore
 179 visitatori online adesso





Stampa il tuo libro



Sempre in salita

Merlino

Nato a Palermo, 55 anni fa, segue gli studi tecnici, non per effettiva scelta, diplomandosi in elettrotecnica nel 1985. Nel medesimo anno, però, tormentato dalla ricerca del senso della vita, decide di seguire la strada del poverello di Assisi, e quindi intraprende la lunga strada degli studi ... (continua)


Nell'albo d'oro:
La fortezza
Un bacio vale la maledizione di un addio
se all'alba rivedrò il suo volto
e vorrò rivivere mille albe per il sapore delle sue labbra
e in ogni maledizione sognerò di rivederlo
rimanendo ancora appeso alle sue...  leggi...

La maledizione dei poeti
Il nostro amore, l’amore di chi vive dentro mura d’assenza
quello che svuota i crimini della loro stessa essenza
quell’amore che grida nel silenzio delle carceri
quello che fa silenzio tra le braccia d’una madre
questo amore, il nostro amore, è...  leggi...

Merlino

Merlino
 Le sue poesie

La prima poesia pubblicata:
 
Immobile (11/09/2015)

L'ultima poesia pubblicata:
 
Stupore (23/05/2017)

Merlino vi propone:
 La fortezza (16/11/2015)
 La maledizione dei poeti (27/09/2015)
 Una promessa (30/03/2016)

La poesia più letta:
 
La notte d’una farfalla (15/10/2015, 6008 letture)

Merlino ha 2 poesie nell'Albo d'oro.

Leggi la biografia di Merlino!

Leggi i segnalibri pubblici di Merlino

Leggi i 1440 commenti di Merlino

Merlino su Facebook


Autore del giorno
 il giorno 08/09/2018
 il giorno 01/09/2017
 il giorno 25/08/2016

Seguici su:




Ti piace come scrive poesie Merlino? Allora clicca su questo pulsante per condividere su Google+.

Cerca la poesia:



Merlino in rete:
Invia un messaggio privato a Merlino.


Merlino pubblica anche nei siti:

RimeScelte.com RimeScelte.com

ParoledelCuore.com ParoledelCuore.com

ErosPoesia.com ErosPoesia.com

PortfolioPoetico.com PortfolioPoetico.com




Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

L'ebook del giorno

I misteri della jungla nera

"I misteri della jungla nera" è il primo romanzo del ciclo indo-malese. La vicenda è ambientata in un'India di (leggi...)
€ 0,99


Merlino

La pletora di spine

Riflessioni
Il periodo di lutto dura una vita
quando è ferito un cuore fidato
e nascosto lo spettro che grida.
-catalogate, le corone sono ormai polvere-
Silenzio chiedo, nel mio abbandono
supplico le voci che chiedono perché tacciano.
Non vi sono risposte alle vostre questioni,
e non cercate l’alveo di questo dolore
che conobbe la sua genesi alla nascita
di quest’uomo che, vecchio, rimane bambino
e che dimentico di spensierate fattezze
si nutre mietendo delitti ed empi.
Come fasci di rose le infamie pungono
e il crimine si bevve a secchiate
per provare quel sapore d’uomo
che dimentica di non essere il solo
a razziare nello scrigno del mondo.
-uccidimi ancora perché io possa tornare a risorgere-



Merlino 06/09/2016 06:50| 12| 822 727


Hanno inserito questa poesia nei propri segnalibri: - Sara Acireale - Anna Di Principe - Pagu - Anna Rossi
Possiamo elencare solo quelli che hanno reso pubblici i propri segnalibri.
Creative Commons LicenseQuesta poesia è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons: è possibile riprodurla, distribuirla, rappresentarla o recitarla in pubblico, a condizione che non venga modificata od in alcun modo alterata, che venga sempre data l'attribuzione all'autore/autrice, e che non vi sia alcuno scopo commerciale.

Nota dell'autore:
«quando si è sepolti dal peso del giudizio di un mondo crudele ci si sente disadattati. Ma poi il giudizio è davvero importante?»


 
I commenti dei lettori alla poesia:

smiley Ci sarà pur dolore nel sentirsi disadattati per il peso del giudizio di un mondo crudele, però ci si piò sempre consolare con le cosce in fremente attesa della fotografia. Auguri e ... catarsi purificatrice in esse! (gramaticus)

smiley Un verseggiare così profondo....e che dire di queste parole "quando si ferisce un cuore fidato", ti spezza l'anima solo nel leggere queste parole. Grazie ! (josiane)

Scrivi il tuo commento su questa poesia
Sei un lettore? Hai un commento, una sensazione, un'espressione da condividere con l'autore e gli altri lettori? Allora scrivilo e condividilo con tutti!

Commenti sulla poesia Commenti di altri autori:

«Un urlo per chi conosce un vero dolore che vorrebbe metabolizzare . Come quel verso " Silenzio chiedo, nel mio abbandono, supplico le voci che chiedono perché tacciano", che s'innalza come una supplica: essere lasciato in pace di fronte all'incapienza umana . La chiusa è di una grande forza.»
Club ScrivereJosiane Addis (09/10/2016) Modifica questo commento

«Strepitosa... e strepitosa perché esprime in pieno il sentire di un poeta che è nato già con il dolore dentro di se e non ci sono questioni e spiegazioni... il lutto dura per sempre... il lutto del poeta che muore e risorge continuamente»
Demetrio Amaddeo (07/09/2016) Modifica questo commento

«Quanto può pesare il giudizio degli altri? Tanto a mio avviso se ci si viene giudicati da persone in cui crediamo molto e vogliamo bene, sicuramente molto meno da chi lo fa solo per il gusto di far male... una bella riflessione che certamente avrebbe bisogno di maggior dibattito. Complimenti al poeta»
Club ScrivereAnna Rossi (06/09/2016) Modifica questo commento

«"Quando si ferisce un cuore fidato" è il peggiore tradimento che si possa fare ed il "sentimento" che ne deriva è dolore... Se poi si aggiunge il giudizio crudele di quanti annaspano in un mondo che fa strazio dei suoi simili allora la questione è ancora più complicata ...in merito. Ma io sono tra quelli che ritengono faciloni e superficiali quelli che si permettono di giudicare gli altri e magari non si conoscono nemmeno loro ...medesimi. Versi come sempre incisivi e senza fronzoli, come il Autore ci ha oramai abituati.»
Francesco Scolaro (06/09/2016) Modifica questo commento

«A volte i giudizi degli altri ci pesano più del dovuto o del consentito. Sono importanti? Dentro di noi la risposta è negativa, ma non sempre ci si comporta come si vorrebbe e tutto assume una certa valenza. Ottima riflessione... molto valida e assolutamente ben resa. Il poeta riesce sempre a scuoterci e a farci ragionare. Il mio elogio sincero.»
Club ScriverePagu (06/09/2016) Modifica questo commento

«I giudizi altrui tante volte annientano chi è più sensibile... sentirsi giudicati e additati non è per niente gradevole e non sempre è semplice reagire... sentirsi vittime non aiuta e la forza per reagire la si deve trovare dopo aver scavato a fondo nel proprio animo... versi che colpiscono per intensità e posso solo affermare che la sensibilità dell'Autore riesce sempre a coinvolgermi... complimenti»
Club ScrivereGiacomo Scimonelli (06/09/2016) Modifica questo commento

«Un profondo scavo interiore, ferite che non danno tregua a fronte di una memoria e realtà impietosa, che mette a nudo una realtà cinica e infamante, che arreca un inquietante disgusto per "la pletora di spine" da sopportare. S'intravvede una speranza per abbattere barriere e pregiudizi solo attraverso
una catarsi purificatrice ...Plauso per i versi incalzanti ed incisivi.»
Club ScrivereAnna Di Principe (06/09/2016) Modifica questo commento

«Parto dalla magnifica nota del poeta e cerco di rispondere a mio modo ad una domanda tutto sommato lecita ma credo retorica rispetto al contenuto della lirica. C'è bisogno di Un giudizio secondo me, è importante invece la qualità e la costruttività dello stesso. Versi che fanno riflettere e che scuotono l'animo del lettore; una pletora di spine è la nostra vita. Ogni cosa ha due aspetti il profumo di una rosa ricercata ed ottenuta e nel contempo la sua spina. La crudezza di questo mondo impone forse proprio Un giudizio severo! Versi sempre ricchi di ricercatezza di lemmi nelle corde dell'autore, un climax ascendente che dona forza ed enfasi ad una lirca fra le più belle del poeta.»
Luciano Capaldo (06/09/2016) Modifica questo commento

«Riflessione intensa, un'anima che chiede riposo da voci che non può più ascoltare perche preda e vittima di spietati giudizi... e allora "uccidetemi" perché solo così, dice l'autore posso tornare indietro, rinascendo da me stesso. Pensieri che colpiscono per intensità, un'introspezione profonda del proprio io che commuove. Complimenti»
Club ScrivereRosanna Peruzzi (06/09/2016) Modifica questo commento

«Il giudizio di un mondo crudele.
Com'è vero il concetto racchiuso in questo verso! Sono gli altri a farci sentire inadeguati, disadattati. È la società odierna che crea stress perché ci vuole tutti efficienti e perfettini. Guai a non essere all'altezza, a non farcela. Penso che anche i giovani ne sono coinvolti: se non si è inseriti in un gruppo, se non si appartiene al branco, non si hanno gli abiti firmati, l'ultimo modello di smartphone ecc si è tagliati fuori. Molti ragazzi vivono un vero e proprio dramma se non si adeguano alle "leggi del branco". Riflessione acuta che condivido.»
Club ScrivereSara Acireale (06/09/2016) Modifica questo commento

«il giudizio altrui, conta troppo per le vecchie generazione...
i giovani non ne sono coinvolti...
dovrebbe esistere una via di mezzo...
interessante...»
Adele Candore (06/09/2016) Modifica questo commento

«Bella riflessione ... Il giudizio d'altri pesa solo se siamo noi a dargli importanza ... trovo che quello che pesa di più nel cuore di ciascuno è il sentirsi giudicati perché siamo noi stessi ad approvare quello stesso giudizio ...»
Club ScrivereMaria Luisa Bandiera (06/09/2016) Modifica questo commento

La bacheca della poesia:
Non ci sono messaggi in bacheca.

Amazon Prime

Link breve Condividi:


Selezione per pubblicare un libro

Volete pubblicare un vostro libro, un libro vero? Su carta, con numero ISBN gratuito? Con la possibilità di ordinarne copie a prezzo ridotto per voi ed i vostri amici? Sottoponetelo alla nostra selezione. (Scadenza di questa offerta: 30 giugno)
Facciamo un esempio: se avete un manoscritto su file doc, docx, odt o pdf già pronto secondo i formati e le impostazioni standard (vedi specifiche) ed un bozzetto di una copertina con immagine a 300dpi allora vi possiamo già fare un esempio del costo con il nostro servizio editoriale base:
Libro di 120 pagine in formato "6x9" (15,24x22,86 cm) in bianco e nero e copertina flessibile opaca a colori pubblicato con il nostro servizio base: 50 copie a 149 euro, 100 copie a 266 euro, 200 copie a 499 euro, comprensive di stampa, iva e spedizione.
Per informazioni cliccate qui.
Attenzione: non tutte le opere inviate verranno accettate per la pubblicazione, viene effettuata una selezione

Riflessioni
Le luci di un natale che non verrà
La rotta e i bastimenti
Tempi bastardi
Trapassar sarà poi miele
Le piaghe (venditori di vuote parole)
La pletora di spine
Voglio volare
Ascendenza
Oratione
Profumo
Penelope aspetterà ancora
Trapassar sarà poi miele
Stigmate
Il mio piccolo angelo

Tutte le poesie





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od una poesia

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .
Inserite la vostra pubblicità su questo sito: https://adwords.google.com/cues/7505CA70FA846F4C06E88F45546C45D6.cache.png

Copyright © 2018 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it