4075 visitatori in 24 ore
 265 visitatori online adesso





Stampa il tuo libro





Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

L'ebook del giorno

Il marito di Elena

Cesare Dorello è un giovane buono e studioso rimasto orfano di padre che studia legge all'università di Napoli con (leggi...)
€ 0,99


Merlino

Perdersi per ritrovarsi

Introspezione
Improbabile destino la felicità,
sterminare assoli d’ebbra convinzione,
illuminare la steppa con steli di rovo
flebili, che ardono in un batter d’ali.

Convincersi che tutto è nel passato,
convincere che il gelido s’è disciolto,
stupire e stupirsi, gioire del presente.
Epifania di ciò che fu ancora qui.

Coprirsi di Pierrot senza una lacrima,
lavarsi di rimedio che il popolo invoca
un bacio nel rimirare il tuo specchio, illudere
ché il tuo e l’altro ti chiede di stampar sorrisi.

Sono io, sono qui, sono ora, divelto e steso.
Non fingo mia figura, non posso ripulirmi
e non devo annientarmi per far di me il tuo feticcio.
Io sono io all’imbrunire, in un meriggio...
stanco!



Merlino 10/10/2016 12:31| 12| 1065

Creative Commons LicenseQuesta poesia è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons: è possibile riprodurla, distribuirla, rappresentarla o recitarla in pubblico, a condizione che non venga modificata od in alcun modo alterata, che venga sempre data l'attribuzione all'autore/autrice, e che non vi sia alcuno scopo commerciale.

Nota dell'autore:
«nessuno mi conosce, nessuno mi conobbe lì dove lasciai le mie paure, incartate con speme di saggezza futura...»


 

Commenti sulla poesia Commenti di altri autori:

«Un testo che lascia traccia, soltanto noi sappiamo leggere fra le rime di ciò che fu involte di fiducia. Siamo quello che siamo, speranza che viene modellata sul passato, inutile stampare finti sorrisi, non serve cambiare se stessi per far contenti gli altri. Il mio plauso.»
Antonella Garzonio (12/10/2016) Modifica questo commento

«Stanco, ma consapevole, stanco, ma libero, stanco, ma vero e rivolto al futuro con fiducia anche se sferzato dall'amarezza della vita.
Versi profondi e coinvolgenti, , complimenti.»
Anna Maria Feliciotto (11/10/2016) Modifica questo commento

«L'ultima strofa è una mirabile sintesi del "ritrovarsi" dell'essere se stessi e tutta la lirica è un condensato di esperienze di vita. Ottimi incisivi versi! Plauso!»
Club ScrivereGiovanni Ghione (10/10/2016) Modifica questo commento

«"Tutto è nel passato, il gelo si è disciolto".
Purtroppo non è così, il passato fa parte del nostro vissuto, della nostra essenza. Non dobbiamo paralizzarci però e andare avanti verso il futuro, vivendo il presente attimo per attimo. Perdere per ritrovarsi, certo. Ritrovarsi in una nuova dimensione, con origini contrapposte. Ritrovarsi per essere sé stessi, ogni giorno, ogni ora, ogni minuto.»
Club ScrivereSara Acireale (10/10/2016) Modifica questo commento

«purtroppo anche se non si può tornare indietro il passato lascia segni indelebili nel nostro cuore ma bisogna andare avanti ricominciare e non preoccuparsi più di tanto... bella lirica ancor più tra le righe...
elogio sincero»
Club Scriverecarla composto (10/10/2016) Modifica questo commento

«Quanta amarezza in quel mondo alla finestra... in quelle luci, che nel tempo hanno eclissato il loro puro bagliore... "Convincersi che tutto è nel passato" ... un passaggio forte della seconda strofa... perché sono io ora... senza maschera dell'oggi... Forse quei desideri, quella mondanità che ci aspettavamo è naufragata ed è sopita al chiarore dell'alba veritiera. E quel grido, quel grido forte dentro il petto..."Io sono io all’imbrunire "... per rimanere in quei margini di carne... che immobile e stanca... non ha più ragione se non "gioire del presente. Epifania di ciò che fu ancora qui " ...
Poco importa quel che sono nella nebbia di oggi... Io sono… a dispetto del mondo e dei miei ricordi...
Molto apprezzata...»
Club ScrivereAntonio Biancolillo (10/10/2016) Modifica questo commento

«Introspezione profonda dove il proprio Io prende parola e senza maschere si dichiara consapevole del proprio passato e non per questo si sente ancorato ad esso... il presente va vissuto come meglio crediamo... non dobbiamo accontentare gli altri dando spiegazioni di come noi ci sentiamo e fingere... restare se stessi fino alla fine... sentirsi liberi e gioire del proprio presente... stile sempre coinvolgente e versi che entrano nell'animo di chi legge»
Giacomo Scimonelli (10/10/2016) Modifica questo commento

«Una consapevolezza questa dell'autore che il passato non si può cancellare e che fingere di non essere se stessi per accomodarsi in qualche modo in questo mondo alimenta il gelo dentro... ora il gelo si discioglie e un sorriso ridona speranza di riuscire a riconoscersi dentro lo specchio della propria anima.»
Club ScrivereRosanna Peruzzi (10/10/2016) Modifica questo commento

«Disciolte le paure del passato ci si sente liberi di essere se stessi... dopo essere caduti ci si rialza con più energia ed anche con sorrisi di serenità. Non viviamo per far contenti gli altri, che tra l'altro non ci conoscono e nulla sanno di noi. Un tema di spessore con un'analisi che condivido ampiamente... apprezzato lo stile e la forma poetica. Complimenti al valente Autore!»
Club ScrivereAnna Di Principe (10/10/2016) Modifica questo commento

«Solo noi possiamo leggere nello specchio del passato e a volte ci si stanca a dare spiegazioni per piacere agli altri!»
Club ScrivereLina Sirianni (10/10/2016) Modifica questo commento

«Abbandonare nel passato tutto ciò che fa male per cercare di riscoprire le gioe del presente. Una prova che emoziona, profonda e toccante quella che il poeta condivide con noi. Ottimo lo stile, preciso e coinvolgente. Una poesia molto sentita e apprezzata.»
Club ScriverePagu (10/10/2016) Modifica questo commento

«Già come dare torto al poeta. Nessuno ci conosce o conobbe noi quando le paure hanno rappresentato, nel loro superare, la saggezza di vita acuistita. Siamo frutto della nostra esperienza e quindi ci ritroviamo nel nostro perderci. Un contenuto molto evoluto ed una musicalità di verbo la cui forza attira e convince il lettore... ammirato.»
Luciano Capaldo (10/10/2016) Modifica questo commento

La bacheca della poesia:
Non ci sono messaggi in bacheca.

Amazon Prime

Link breve Condividi:


Introspezione
Il lino sgualcito
Mi persi in un monastero
Perdersi per ritrovarsi
Io dico no!
La penna e ogni inchiostro
La stanza coi mobili

Tutte le poesie





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od una poesia

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .
Inserite la vostra pubblicità su questo sito: https://adwords.google.com/cues/7505CA70FA846F4C06E88F45546C45D6.cache.png

Copyright © 2018 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it