4371 visitatori in 24 ore
 179 visitatori online adesso





Stampa il tuo libro





Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

L'ebook del giorno

L'idiota

"L'idiota" è considerato uno dei massimi capolavori della letteratura russa. Fëdor Dostoevskij vi vuole (leggi...)
€ 0,99


Merlino

Filippica

Impressioni
Come Demostene tuono contro il torpore
delle città che catatoniche subiscono
l’invasione d’un cerbero famelico.
Svegliatevi dall’oscurità dei tempi
che liberano la bestia immonda
che da d’oltralpe s’allea coi Corallo.
Il vecchio mondo s’inibisce alle minacce
e cede alle lusinghe dei carcerieri.
I fasti di Roma possono ancora risorgere
e i prodi che cantarono le odi alle gesta
han costruito palazzi d’avorio invincibili
che vorranno essere riaperti per la vittoria.
Sorgete dalle lugubri locande che v’ubriacano
e audaci mozzate le teste che sbavano
ché ormai rabbiose roteano gli occhi.
Impugnate le spade oh popoli gloriosi
e distruggete la vile pecunia che libera i fumi dall’Ade.
La terra potrà tornare a nutrirvi copiosa
per l’amore di Abele che distrugge quell’ego.



Merlino 22/10/2016 11:21| 14| 768

Creative Commons LicenseQuesta poesia è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons: è possibile riprodurla, distribuirla, rappresentarla o recitarla in pubblico, a condizione che non venga modificata od in alcun modo alterata, che venga sempre data l'attribuzione all'autore/autrice, e che non vi sia alcuno scopo commerciale.

Nota dell'autore:
«tutta la rabbia verso le coscienze che, addormentate, non vedono ciò che poteri extra nazionali stanno usurpando al nostro popolo. Come non accorgersi che la sovranità del popolo è stata ormai svenduta»


 

Commenti sulla poesia Commenti di altri autori:

«Una "filippica" a cui aderisco completamente perché è effettivamente vero che si è perso quella verve necessaria per ribellarsi contro coloro che con la loro avidità, con la loro sete di pecunia, stanno disruggendo il mondo materiale e morale. Ci vorrebbe un rigurgito di orgoglio e più senso del sociale quello che purtroppo manca.»
Francesco Scolaro (29/10/2016) Modifica questo commento

«Giusta e sentita ribellione verso un sistema che ormai sta scoppiando.»
Antonella Dadone (25/10/2016) Modifica questo commento

«Versi profondi come sono profonde e piene le tasche dei venditori, ogni tanto il biscottino per accontentere il popolino, rintanato nelle tane a raccogliere le briciole. La dignità calpestata, l'amor patrio una speranza mai partorita per l'interminabile travaglio di mamma Italia.
Serve un cambiamento profondo.
L'Apocalisse di Giovanni, forse la bestia immonda arriverà...»
Club Scriveremoreno marzoli (25/10/2016) Modifica questo commento

«Sono d'accordo sul discorso dei poteri che ci hanno buttato una cappa a dosso per non farci vedere cosa tramano. Mi piace sottolineare il senso del ritmo che traspare da questi versi»
Massimiliano Moresco (24/10/2016) Modifica questo commento

«Conscientizzare per non fare morire tutto quello che ha fatto la bellezza di un popolo o di una società. Condivido in Toto, purtroppo anche da noi si sente un po' la deriva. Tema sociale, affrontato con grande forza. Un ribellione, uno sfogo, una liberazione...»
Club ScrivereJosiane Addis (23/10/2016) Modifica questo commento

«Oramai non contiamo più nulla... siamo un popolo spento e rassegnato... ribellarsi per cosa?...urlare non serve... non contiamo perché siamo noi che vogliamo tutto questo... oramai siamo alla deriva e sinceramente non vedo spiragli di luce per il futuro... purtroppo siamo bravi con le parole e nient'altro... manca una vera guida e manca il coraggio... versi intensi e coinvolgenti... condivido ogni parola della nota...»
Club ScrivereGiacomo Scimonelli (22/10/2016) Modifica questo commento

«Una "Filippica" condivisa e una nota accesa accompagna questa pregevole lirica, di eloquenti impressioni, su un argomento altamente sociale. Purtroppo nessuno per ora sorge: "dalle lugubri locande che ubriacano" perché l'ubriacatura sta nel continuo e logorante processo di imitazione che rende coscientemente taluni incoscientemente altri conformi al sistema. Una stupenda canzone del compianto artista Giorgio Gaber si intitola "il conformista" colui che sta sempre dalla parte giusta. Ti ringrazio caro amico per avermi dato l'opportunità di condividere queste Tue ammirevoli impressioni.»
Club ScrivereGiovanni Ghione (22/10/2016) Modifica questo commento

«Una critica forte e decisa, una presa di coscienza in tempi dove ci sentiamo alla deriva, sempre più in balia di poteri che non possiamo domare. Il poeta affronta una tematica importantissima con una profondità davvero entusiasmante. Complimenti sentiti.»
Club ScriverePagu (22/10/2016) Modifica questo commento

«Le Filippiche erano le orazioni pronunciate da Demostene per scuotere gli animi degli Ateniesi contro la minaccia dei macedoni, così come secoli orsono attualmente ci ritroviamo con una sovranità svenduta e con un popolo, che vive senza ribellarsi. Purtroppo noi non abbiamo un Demostene, a cui il valente Poeta fa riferimento ...ma assenza di una vero statista e una massa popolare catatonica. Appare sempre più una passiva accettazione, tanto che questo atteggiamento ci ha sottratto molti diritti ...versi di grande caratura che stimolano e fanno riflettere, perché si abbia un comportamento di maggiore partecipazione per migliorare le sorti del nostro Paese. La mia ammirazione ed elogio all'Autore per l'importante tema trattato.»
Club ScrivereAnna Di Principe (22/10/2016) Modifica questo commento

«La sovranità del popolo è stata ormai svenduta ma nessuno sembra accorgersi di questa carenza. Andiamo avanti senza una meta e senza nessun dubbio che sfiora il cervello. Le coscienze sono addormentate, penso che è venuto il momento del risveglio, dell'azione...»
Club ScrivereSara Acireale (22/10/2016) Modifica questo commento

«svenduta a poco prezzo lirica che scuote gli animi che risveglia le coscienze ormai addormentare, sono in sintonia con il poeta la sua ribellione è la mia versi che dovrebbero farci riflettere ...solo il potere ormai ci guida verso la fine... ottima opera elogio sincero e stima»
Club Scriverecarla composto (22/10/2016) Modifica questo commento

«Uno sfogo e una ribellione che condivido. Cervelli omologati che si bevono qualsiasi cosa, bevono forse per dimenticare di essere uomini con una testa che può ragionare? O forse vanno avanti certi per inerzia, "attaccandosi" al movimento di altri e facendosi trainare dentro un vortice oscuro che ha cancellato, valori, diritti, doveri e ideali per cui altri avevano lottato prima di noi. Elogio all'autore per aver trattato un simile argomento con rigore e forza»
Club ScrivereRosanna Peruzzi (22/10/2016) Modifica questo commento

«Spiritualità rabbia ribellione e monito in questa stupenda lirica che tuona sulla perversione dell,'uomo ormai al gioco dello stupido effimero potere e condotto a sprofondare. Il pieta lo dice con enfasi elegante ed evocativa. Un gran laviro. Complimenti»
Club ScrivereLuciano Capaldo (22/10/2016) Modifica questo commento

«Si, le menti sono troppo riempite da tante cose svianti... Da non accorgersi di esser guidati come burattini verso il baratro. Condivido la rabbia dell'autore!»
Club ScrivereLina Sirianni (22/10/2016) Modifica questo commento

La bacheca della poesia:
Non ci sono messaggi in bacheca.

Amazon Prime

Link breve Condividi:


Impressioni
Stupore
Il parto
La prova d’un bischero
Il riscatto di quell’imberbe
Filippica
Io preferisco il sogno
Figli della Luce
Avanzi
I fiori di carta
Odiose guerre
La foggia di rammendi
Schubert (chiudendo gli occhi)
Handel (chiudendo gli occhi)
Notturno
Transumanza
Il mondo
La maledizione dei poeti
Inarrestabile

Tutte le poesie





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od una poesia

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .
Inserite la vostra pubblicità su questo sito: https://adwords.google.com/cues/7505CA70FA846F4C06E88F45546C45D6.cache.png

Copyright © 2018 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it