4143 visitatori in 24 ore
 203 visitatori online adesso





Stampa il tuo libro





Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

L'ebook del giorno

I Rusteghi

"I Rusteghi" sono quattro cittadini veneziani del medesimo stato, della stessa fortuna e di ugual carattere: (leggi...)
€ 0,99


Merlino

Figli della Luce

Impressioni
Il grido della mia anima mortifica il mio intelletto
che incede all'imbrunire di gloriosi fasti
ch'ora accusano per gli ori e le ingiuste pene che hai.
-i figli della luce pesano di sentenza!

Il regno s’è distrutto
per l’ingordigia e le bestemmie
contro l’Amore che si fece uomo.
E le parole si spogliano di carezze
per le vesti rosse che di sangue si colorano.
Picchiano gli astanti contro i vetri di quel tempio
che pullula di mercanti e di dottori senza laurea.

Uomini che di fede si riempiono la bocca
e nelle piazze osteggiano i loro broccati,
che umiliano la nudità di quel legno.
Siamo d’arroganza venduti alle lusinghe
di chi ride del sacrificio d’umili gregari
che del maestro difendono le vestigia.

La blasfemia si fa gioco dell’amore
ché dalla bocca di pastori fu proclamata
a difesa di morali che annientano l’offerta.
Noi si torni alla misericordia
che di prepotenza sta morendo il mondo.



Merlino 21/09/2016 19:27| 10| 540

Creative Commons LicenseQuesta poesia è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons: è possibile riprodurla, distribuirla, rappresentarla o recitarla in pubblico, a condizione che non venga modificata od in alcun modo alterata, che venga sempre data l'attribuzione all'autore/autrice, e che non vi sia alcuno scopo commerciale.

Nota dell'autore:
«il potere imbratta sempre l'uomo che non ne ha mai compreso la vera natura. Il vero e giusto potere, il servizio... Una riflessione/ribellione al modo di esercitare questo potere in ambiti dove sembrava fosse chiaro il messaggio lanciato dal fondatore di una comunità forse ingrata nei suoi 'principi'»


 

Commenti sulla poesia Commenti di altri autori:

«Quanta forza i questi versi... parole sferzanti e giuste. s'innalza la ribelle voce dell'autore che denuncia una società esclusivamente egoista e crudele. appieno!»
Club ScrivereJosiane Addis (25/09/2016) Modifica questo commento

«Quando la brama del potere confonde le menti non v'è misericordia, le loro labbra blasfeme non son degne di chi ha sacrificato la vita per noi! Il consiglio che questi versi vogliono darci è di abbandonare il cammino che essi ci mostrano per ritornare alla vera misericordia, al vero e puro amore prima che il mondo muoia! Profondo dire e versi limpidi e chiari! Cosi l'ho vista!»
Club ScrivereLina Sirianni (23/09/2016) Modifica questo commento

«Da duemila anni niente è cambiato. Il potere è esercitato da uomini corrotti da false illusioni. La medicina si chiama misericordia. Grazie ben scritto.»
Club Scriveremoreno marzoli (23/09/2016) Modifica questo commento

«Proprio coloro che sono un punto di riferimento per la fede sono i primi a bestemmiare contro l'amore che si fece uomo... uomini corrotti e corruttori che predicano con la falsità nell'anima... predicatori a convenienza, falsi ed ipocriti... una ribellione che tocca l'anima di chi legge... una riflessione che non può lasciare indifferenti... Complimenti al Poeta... Complimenti per aver avuto coraggio ad esprimere le proprie idee senza pensare ai tanti critici che amano solo discriminare chi ha la forza di esprimere il proprio pensiero...»
Club ScrivereGiacomo Scimonelli (22/09/2016) Modifica questo commento

«Potere mal esercitato, prepotenza, blasfemia... quante macchie imbrattano il mondo. Oggi come ieri, le lezioni passate non sono servite a nulla, tutto procede allo stesso modo. Il poeta denuncia tutto questo in un lavoro profondissimo, intenso dove, ancora una volta, l'autore dimostra la sua grande cultura. Che dire... ammirato e contento di aver letto questa poesia.»
Club ScriverePagu (22/09/2016) Modifica questo commento

«Il potere non è un servizio per il prossimo e per la societa ma un esclusivo privilegio ad uso e consumo per chi lo esercita. Questo è il male che pervade molti uomini che vivono un eterno presente e nella loro miseria d'animo non sanno cogliere il vero significato della bellezza della vita e prediligono la dannazione del potere. Significative impressioni stilate in profondi e incisivi versi. Elogio!»
Club ScrivereGiovanni Ghione (22/09/2016) Modifica questo commento

«Una lirica denuncia da brividi, denuncia contro tanti soprusi
da parte di persone sedicenti degne di fede. E bene ha fatto
il bravo Autore a dire con forza di tornare alla misericordia,
poiché di prepotenza il mondo sta morendo.»
Club ScrivereAlberto De Matteis (21/09/2016) Modifica questo commento

«"Uomini che di fede si riempiono la bocca ..." "... che di prepotenza sta morendo il mondo", chiara denuncia di un'apparenza che ci sta sconfiggendo. Apparenza di poteri pubblici legati a responsabilità. Troppi a dire "fate quello che vi dico non quello che faccio io"»
Club ScrivereWilobi (21/09/2016) Modifica questo commento

«L'ingordigia e il potere sono la rovina degli uomini. È una poesia denuncia che sento un po' anche mia. Condivido con il Poeta il suo modo di sentire. Mi piace molto la poesia ma soprattutto la terza strofa. Che dire? Ci sono persone che, pur di mantenere il potere, rubano e ammazzano e fanno sterminio di ciò che trovano nei loro passi.»
Club ScrivereSara Acireale (21/09/2016) Modifica questo commento

«Una ribellione/denuncia, e anche sdegno si leggono in questi versi che parlano di quel potere "onnipotente" di cui alcuni "principi" abusano, macchiandosi di peccati e reati indicibili pur di ottenere i propri scopi. Riflessione acuta e pungente»
Club ScrivereRosanna Peruzzi (21/09/2016) Modifica questo commento

La bacheca della poesia:
Non ci sono messaggi in bacheca.

Amazon Prime

Link breve Condividi:


Impressioni
Stupore
Il parto
La prova d’un bischero
Il riscatto di quell’imberbe
Filippica
Io preferisco il sogno
Figli della Luce
Avanzi
I fiori di carta
Odiose guerre
La foggia di rammendi
Schubert (chiudendo gli occhi)
Handel (chiudendo gli occhi)
Notturno
Transumanza
Il mondo
La maledizione dei poeti
Inarrestabile

Tutte le poesie





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od una poesia

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .
Inserite la vostra pubblicità su questo sito: https://adwords.google.com/cues/7505CA70FA846F4C06E88F45546C45D6.cache.png

Copyright © 2018 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it